il lavoro – ordinaria preoccupazione
Siamo in piena estate, nel pieno del solleone, nel pieno della sopportazione dell’Afa …. e non solo. Sui media e sui social network siamo tempestati di foto che pubblicizzano splendide località a costi super stracciati … così dicono i post…ma stracciati per quali tasche?il lavoro,ordinaria preoccupazioneIl lavoro – ordinaria preoccupazione
Tutti in vacanza!!! Gli amici postano foto al mare o in piscina e la voglia di mettere i piedi in acqua aumenta. Lo scorso anno abbiamo tutti tirato la cinghia, vacanze estive 2012 in austerity, natale sotto-tono, pasqua casalinga… Insomma un inverno a volte poco gratificante e soddisfacente.
La speranza era che le cose andassero meglio col passare del tempo, e invece non si vede l’orizzonte. Anche quest’anno le vacanze (se ci saranno) saranno brevi e molto economiche, l’incertezza è tanta e per tutti. Chi ha il lavoro sente quotidianamente discorsi di corridoio poco tranquilizzanti, il rischio del “taglio” sembra molto concreto. C’è chi lavora e non  percepisce più lo stipendio, chi è in cassa integrazione, chi ha già dovuto chiedere il sussidio di disoccupazione. C’è poi chi invece non ha ancora mai inziato a lavorare, pur essendosi diplomato e laureato da tempo.
Credo che le situazioni siano tutte drammatiche, non riusciamo neanche più ad essere ottimisti. Eppure è l’unica soluzione possibile, DOBBIAMO pensare in modo positivo, dobbiamo restare lucidi e razionali. Bisogna evitare di lasciarsi prendere da panico e depressione. Tutto sembra girare contro, siamo politicamente ed economicamente mal gestiti, scuola, sanità, servizi pubblici sempre meno funzionali e accessibili…. e allora? Cosa volgiamo fare? Ci lasciamo “rubare” i soldi delle tasse senza pretendere quel che ci spetta?
Leggiamo i giornali la mattina, nati e sostenuti dalle istituzioni per “fare opinione”, che ci dicono che le cose vanno di male in peggio, che bisogna tirare la cinghia, che è necessario tagliare la spesa pubblica, che la ripresa ci sarà …. a costo di grandi sacrifici di noi tutti (noi tutti chi?) …
Lavoro e formazione MG technicsIl lavoro – ordinaria preoccupazione
Così iniziamo a dire anche noi “il lavoro non c’è, inutile cercarlo”, “teniamoci quel poco che abbiamo e non ci lamentiamo”, …facciamo l’elenco dei negozi e delle imprese che hanno chiuso negli ultimi mesi in città, e constatiamo che le cose sono uguali per tutti … e che non c’è proprio niente da fare.
NON E’ VERO !!!
NON LASCIATEVI INGANNARE !!!!!
Anche io, come voi, pensavo che l’unica cosa fosse aspettare che le cose andassero meglio e …  lentamente il mio lavoro, i miei sogni, la mia vita si stava spegnendo. L’arrendevolezza non è e non sarà mai un modo per affronatare un problema, nessun problema.
Anche io come voi pensavo che il sistema non si può cambiare.
Poi ho cominciato lentamente a prendere coscienza, è vero faccio parte di un macro-sistema chiamato Italia abbastanza … come dire….incasinato, qualsiasi cambiamento o miglioria non potrà mai venire dall’iniziativa prsonale di un cittadino.
Io però vivo in un sistema più piccolo, il mio micro-mondo  nella mia città, fatto di relazioni più o meno di vecchia data. Sono io che gestisco il mio piccolo mondo, sono io al centro del mio piccolo mondo, sono io che lo posso far girare meglio.il lavoro,ordinaria preoccupazione
Allora si che mi sono sentita forte, abbastanza forte da inziare a non subire più. Ho cominciato a reagire cercando di diventare sempre più ‘potente’.
Ho cominciato a leggere tutto, non solo i giornali “controllati”, a guardare meno tv (a dire il vero non la guardo proprio più), a riprendere i contatti con amici e concoscenti, ho cercato di capire … come e dove iniziare a fare di più.
Incredibilmente mi si sono aperte nuove strade da percorrere, sono riuscita a “partorire” nuovissime idee interessanti da sviluppare per ridare vita al mio lavoro. Ho ricominciato a studiare, ho ricominciato a crescere, sono tornata forte e cosciente di quanto quel che faccio ogni giorno può influenzaere in meglio o in peggio la mia vita attuale e futura.
Piano piano inizio a raccogliere i frutti e non  mi fermo più. Ci sono tante cose che puoi fare anche tu, puoi sfruttare fondi pubblici e possibilità di cui non conoscevi neanche l’esistenza, puoi informarti senza aspettare che altri ti indottrinino, puoi lavorare per qualcuno o con qualcuno. Puoi fare molto più di quello che pensi.
Non sto vaneggiando o promettendo nulla, il lavoro - ordinaria preocupazionevoglio condividere la meravigliosa sensazione dovuta alla riconquista della propria vita.
Metti da parte le preoccupazioni, preoccuparsi non serve a niente,
è arrivato il momento di occuparti di te stesso.

 

Federica Santini,
ex impegnata e gratificata formatrice, svolgo con passione l’attività di progettista e coordinatrice delle attività formative in presenza ed e-learning e … non mi stanco mai di cercare nuove idee per risolvere i problemi dei “miei” utenti.
MG Technics snc

link utili:
Unione Europea – sito ufficiale
Ministero dell’Università dell’Istruzione e della Ricerca – Miur

Share Button

Modulo richiesta informazioni MG

Chiudi

La tua richiesta è stata inviata!

Compilare il modulo in tutte le sue parti. Si raccomanda di riportare un numero telefonico per i contatti.

Nome *
Email *
Telefono *
Oggetto *
Domanda *
* Campi obbligatori